Le recenti dichiarazioni del Procuratore Capo che confermano l’esistenza di un’indagine riguardante il sindaco TOSI, l’assessore GIORLO ed i loro legami con la ‘NDRANGHETA, se da un lato confortano tutti coloro che hanno un forte desiderio di chiarezza, dall’altro rappresentano un ulteriore terribile colpo all’immagine di una città già fin troppo vulnerata da scandali di ogni genere.
Al sindaco Flavio Tosi, che dice di amare tanto la sua città, chiediamo un estremo gesto d’amore, prenda atto della situazione, faccia un passo indietro e ci aiuti a recuperare prima possibile l’immagine millenaria della nostra città.

Michele Croce

Print Friendly, PDF & Email