tosi su relazioni Croce

L’Arena 11.11.2012

Resto sbigottito dalla tristissima constatazione che le uniche circostanze in cui l’amministrazione fa sentire la sua voce in relazione al dramma che la città sta vivendo siano per preannunciare querele (ben vengano) oppure per impegnarsi in una patetica e rantolante pseudo-illustrazione di date che dimostrerebbero un mio intervento solo quando avevo avuto certezza di essere defenestrato dall’Agec.
Quale è la posizione dell’ammistrazione sulla revoca o meno dell’appalto mense? Il Comune si costituirà o no parte civile per il danno all’immagine? Chi ci assicura la qualità dei cibi somministrati ai nostri figli? Ma su questi argomenti tutto tace.
Non c’è che dire, questo dato – da solo – ci rivela tutta la “consistenza” dell’amministrazione attuale.
Naturalmente quanto affermano è smaccatamente falso e tutto ciò sarà accertato nelle competenti sedi.
Ma seppure – e lo dico ragionando per assurdo e per iperbole – avessero ragione ed io fossi effettivamente un “moralizzatore a tempo scaduto” mi chiedo e Vi chiedo se comunque non sia meglio essere considerati tali piuttosto che non aver mostrato mai un cenno di considerazione per vicende enormemente gravi.
In altre parole, ed in ogni caso, meglio “a tempo scaduto” che mai.

Michele Croce

Print Friendly, PDF & Email