Per il rilancio di Verona, la Terza Idea (LTI) che proponiamo è molto semplice.

Data l’esigenza dell’amministrazione comunale di reperire risorse sempre nuove da destinare a progetti sempre più mirabolanti, alle amministrazioni future suggeriamo un semplice stratagemma per far cassa: vendere Palazzo Barbieri e la Gran Guardia a qualche grande catena alberghiera internazionale che potrebbe essere interessata ad offrire alla propria clientela una camera con vista sulla Bra e sull’Arena.

Il Comune farebbe degli ottimi incassi, l’economia del centro storico riceverebbe un grande impulso, e gli amministratori veronesi non dovrebbero più scomodarsi di guidare per le strette strade del centro per raggiungere il proprio luogo di lavoro.

Resta la domanda: dove sistemare il Comune? Viste le doti quasi magiche riconosciute a molti dei nostri apprezzati politici locali, visto l’interesse di alcuni politici nostrani per i culti pagani romani e preromani, vista la fascinazione leghista per la tradizione druidica, la Spianà è il luogo ideale per il Comune. Era lì infatti che i druidi anticamente celebravano i loro culti. Non vi è posto migliore in tutta la città dove i nostri amministratori possano praticare le loro magie amministrative per il rilancio di Verona.

Vero Romano Patrizio

VRP

Print Friendly, PDF & Email