Blog

22 Dic
3

VERONA, SE CONTRO LE SLOT CI SONO SOLO GLI SPOT (da www.ilfattoquotidiano.it con il VIDEO di Verona Pulita)

E’ servita l’oscurità della notte perché la commissione Bilancio della Camera cancellasse l’oscura norma che tagliava i fondi ai comuni virtuosi “no-slot” sul gioco d’azzardo nel decreto salva-Roma. Tutto bene quello che finisce bene? Non proprio, perché succede che siano proprio i cosiddetti comuni virtuosi che alla fine sgarrano e sono così poco virtuosi. Prendete, ad esempio, il comune di Verona. Le Iene lo scorso maggio hanno registrato un lodevole video contro il gioco d’azzardo e hanno preso come testimonial alcuni sindaci, fra cui Pisapia, Fassino, Emiliano, Pizzarotti, de Magistris e Tosi, sindaco di Verona.

Flavio Tosi davanti alla telecamera de Le Iene è stato convincente, si è fatto quasi trasportare dall’importanza del messaggio: il gioco d’azzardo è “una piaga che impoverisce le persone. E se mi giocassi l’Arena? Basta con le slot”.

Il comune, dopo lo spot, del Sindaco, poteva sembrare un luogo vietato al gioco d’azzardo. Invece…invece, meno di tre mesi fa, sei mesi dopo lo spot de Le Iene, all’aeroporto Valerio Catullo di Verona è stata aperta una sala giochi, con tanto di cartelloni ben in vista per attirare i clienti. E sapete chi è azionista dell’aeroporto? Il Comune di Verona di Flavio Tosi!

Perché sorprenderci. Per il senatore grillino Endrizzi la fondazione del presidente Enrico Letta “VeDrò nel 2010 è stata sponsorizzata da due multinazionali, Lottomatica e Sisal”, leader del gioco d’azzardo. E chi fa parte di VeDrò? Flavio Tosi.

Insomma: si gioca in casa e contro le slot ci sono solo gli spot.

Paolo Tessadri

 

Leggi
18 Dic
7

DI NUOVO SEQUESTRI IN COMUNE: TOCCA AL “BIKE SHARING”

Non c’è pace per l’amministrazione del Comune di Verona.
Nuova visita della Procura e nuovo sequestro di documenti.
Dopo le indagini, sequestri, perquisizioni ed arresti che hanno coinvolto imprese, aziende e dirigenti comunali, è arrivato il turno del “bike sharing”.
Nel video pubblicato già lo scorso giugno (e che vi riproponiamo) Verona Pulita raccontava le anomalie gravi ed evidenti in questo appalto del Comune di Verona. Ora tocca alla magistratura.
Riteniamo come sempre che tutti siano innocenti, fino a prova contraria, anche se oramai le inchieste giudiziarie che coinvolgono e travolgono il Comune di Verona hanno aperto gli occhi ai veronesi.
Bisognerà ricostruire. Dopo aver pulito per bene, passando anche dalle biciclette.
Michele Croce

 

Leggi
16 Dic
0

CENA DI NATALE con VERONA PULITA

Leggi
13 Dic
7

TOSI e SLOT MACHINE: QUESTIONE DI COERENZA

 

Le Iene + Verona Pulita: video.

Leggi