scarafaggioSolo un anno fa leggevamo le intercettazioni dei dipendenti Agec, arrestati in seguito alle mie denunce, in merito agli appalti sulla ristorazione nelle scuole: “Mangeranno sabbia al posto della carne”. Poi il patteggiamento di 5 di loro ed il loro inquietante ritorno al posto di lavoro (3 invece, direttore compreso, sono ancora agli arresti e percepiscono tutt’oggi i loro lauti stipendi…).
Oggi assistiamo all’emergenza scarafaggi nelle case Agec ed apprendiamo di una perdita nel bilancio 2013 di 6,5 milioni di euro.
Questa azienda, che dovrebbe occuparsi di ciò che ci è più caro – i nostri bambini e le nostre case – è allo sbando, gestita da “manager” super pagati che stanno creando danni a cui il Comune – e quindi noi tutti – dovrà far fronte.
Evidentemente la mia opera di pulizia non è bastata e dovrà continuare, da cittadino. Lo farò per i dipendenti, per gli inquilini, per i nostri bambini e per la città di Verona.

Michele Croce

Print Friendly, PDF & Email